Tecnologia EDM, centri di lavoro verticali e robot per l'asservimento macchine garantiscono la flessibilità a un produttore belga di accessori di montaggio

Obiettivo: Sobinco, azienda produttrice di accessori di montaggio per porte e finestre, desiderava una soluzione di automazione flessibile per la prototipazione e la produzione nel proprio stabilimento a Zulte-Waregem, Belgio.

Soluzione: per realizzare prototipi e maschere per le numerose dozzine di nuovi modelli sviluppati ogni anno dall'azienda, Sobinco si affida alle macchine EDM di FANUC. Durante la notte e senza necessità di alcuna supervisione, la macchina per l'elettroerosione a filo ROBOCUT realizza pezzi con il livello di precisione e la finitura della superficie desiderati dal produttore. La produzione viene completata tramite due centri di lavoro verticali FANUC ROBODRILL dotati di robot per l'asservimento macchine FANUC.

Risultato: l'assoluta affidabilità delle soluzioni FANUC è stato un fattore decisivo rilevante per Sobinco. Con la produzione di 500.000 pezzi all'anno, l'unità ROBODRILL può operare per sei ore senza l'intervento umano. Grazie all'estrema flessibilità, le macchine, come dichiara il produttore, consentono di spostarsi rapidamente tra cicli di produzione diversi.
 

Rifinitura e miglioramento della progettazione continui


I cardini e gli altri accessori per porte e finestre sono prodotti innovativi soggetti a un processo costante di rifinitura e miglioramento. In Sobinco, azienda con sede a Zulte-Waregem (Belgio), le macchine FANUC, sia quelle di tipo EDM per la prototipazione che le fresatrici e i robot in produzione, operano al massimo della capacità.

I moderni cardini per porte e finestre contengono un elevato grado di tecnologia sofisticata che garantisce il mantenimento della tensione necessaria e l'allineamento appropriato dei componenti. Da non sottovalutare è anche l'aspetto estetico: la recente tendenza di nascondere i cardini delle finestre, ad esempio, è una soluzione esteticamente gradevole e vantaggiosa dal punto di vista della manutenzione. Ogni anno, la divisione di ricerca e sviluppo di Sobinco, produttore belga di accessori di montaggio per porte e finestre, sviluppa prototipi e prepara diverse dozzine di nuovi modelli per la produzione.

Un cardine è costituito da due parti che si muovono una rispetto all'altra tramite un perno. Al perno si aggiunge una piastra di metallo che va fissata alla porta, alla finestra o al montante. La produzione di cardini inizia con una sezione di metallo estrusa nella forma di una piastra e di un perno e continua con la foratura e la fresatura dei pezzi. I primi prototipi vengono tagliati da un blocco di alluminio. A tale scopo, Sobinco utilizza macchine EDM di FANUC che in un'unica azione realizzano parti con la precisione e la finitura della superficie desiderate.

Maschere di foratura e prototipi

L'elettroerosione, e la lavorazione per elettroerosione in generale, è probabilmente una delle tecnologie meno conosciute tra i metalmeccanici, ma Sobinco è una delle numerose aziende convinte delle potenzialità e dei vantaggi di tale tecnica. Luc Cosyns è responsabile del reparto attrezzaggio di Sobinco, in cui vengono creati prototipi e maschere. L'azienda utilizza sei macchine ROBOCUT, tre delle quali sono nuovi modelli del tipo α-C400 iA.
"Per i prototipi, iniziamo con un blocco di alluminio di 200 mm. Una sezione viene tagliata dal blocco. Un filo del diametro di 0,25 mm viene fatto passare attraverso un foro iniziale realizzato con un getto d'acqua. La macchina applica una tensione tra il filo e il pezzo che genera una scarica che erode il materiale. In questo modo il filo taglia un contorno."

Prima di essere responsabile della produzione delle maschere, Luc ha lavorato per molti anni con le macchine EDM, tecnologia in cui è estremamente competente e per cui conosce come ottenere i migliori risultati. È in grado ad esempio di creare ingranaggi con denti elicoidali in una macchina ROBOCUT in un'unica operazione, posizionando diagonalmente il filo tramite il controllore CNC.

Una perfetta superficie di taglio

Per Sobinco, uno dei grandi vantaggi di ROBOCUT è l'affidabilità. Luc Cosyns: "L'operatore prepara il lavoro su un sistema CAD/CAM. Una volta avviata la macchina, ci aspettiamo che il pezzo venga lavorato senza alcuna supervisione in modo da essere pronto la mattina successiva. Il controllore FANUC dispone di una serie completa di funzioni che rendono possibile questo tipo di attività. Il passaggio del filo è un'operazione importante che deve essere eseguita in modo estremamente preciso. Se il filo entra in diretto contatto con il pezzo, non si verificherà alcuna scarica. Di conseguenza, la macchina deve regolare con precisione la posizione del filo affinché si verifichi la scarica necessaria. Contemporaneamente, i pezzi devono essere rettangolari e dimensionati in modo corretto e la superficie di taglio deve essere pulita. Per i pezzi che devono essere lavorati con una precisione estremamente elevata, utilizziamo numerosi passaggi. Siamo in grado di ottenere un valore di rugosità Ra estremamente basso fino a 0,15."

In questo modo, fissando nuovamente il pezzo per eseguire tagli sulle altre superfici, è possibile creare prototipi completi con una macchina EDM. Le macchine vengono utilizzate anche per creare maschere.

Produzione completamente automatizzata

Una volta studiata la produzione, viene realizzato uno stampo per estrudere sezioni con la forma di base. La lavorazione successiva, dalla sezione estrusa ai cardini finiti, è completamente automatizzata.
Dominique Losfeld, responsabile del reparto di lavorazione: "Le sezioni vengono conservate in un contenitore da cui una macchina le preleva singolarmente per le operazioni di taglio in lunghezza e di foratura. I pezzi vengono quindi inviati a un buffer da cui un robot FANUC li preleva per inviarli a una delle due fresatrici Robodrill che utilizziamo. A tale scopo, il robot deve prima posizionare i pezzi a 2 a 2 perché devono essere caricati in questo modo nel sistema di fissaggio.

Funzionamento senza supervisione

Anche in questo caso, un'ottima ragione per scegliere FANUC è stata l'assoluta affidabilità. Dopo che il buffer è stato riempito con sezioni, l'unità può operare per sei ore senza supervisione umana, vantaggio sicuramente non superfluo dato che deve produrre 500.000 pezzi all'anno.
Dominique Losfeld: "Utilizziamo da 28 anni una macchina dotata di controllore FANUC e non si è mai verificato alcun problema. Questo dato ne testimonia certamente l'affidabilità. Utilizziamo 2 macchine Robodrill in questa unità di produzione e tre altre macchine analoghe per la produzione di pezzi di dimensioni minori che sono posizionati manualmente in un misuratore. Oltre a essere estremamente flessibili e a consentirci pertanto di passare rapidamente a nuovi prodotti, le macchine sono molto veloci, soprattutto nella fase di alimentazione, garantendo in tal modo una produttività più elevata."

Una serie completa di nuovi prodotti

Durante la nostra visita allo stabilimento di Zulte-Waregem, in cui sono impiegate circa 350 persone, la divisione di ricerca e sviluppo aveva appena completato lo sviluppo di una serie di nuovi prodotti. Le macchine per elettroerosione e le fresatrici FANUC hanno svolto un ruolo fondamentale nell'ambizioso progetto di commercializzare rapidamente i nuovi prodotti con la consueta qualità di Sobinco, condizione che ha trasformato questa azienda a conduzione familiare in uno dei maggiori protagonisti del settore.

Prodotti FANUC utilizzati