Reimer si basa su macchine CNC di comprovata qualità per affrontare con flessibilità gli ordini in continuo cambiamento

Obiettivo:
Produrre una gamma di parti di precisione elevata per moltissimi settori. Poiché i tempi di risposta rappresentano tempo prezioso, le soluzioni devono offrire disponibilità, affidabilità e flessibilità massime.

Soluzione:
utilizzare torni con sistema CNC Seiki e Doosan controllati da FANUC, considerata la reputazione di cui gode FANUC in termini di affidabilità e qualità nella lavorazione meccanica.

Risultato:
Coerenza e disponibilità operative enormi. I controlli Fanuc, afferma Reimer, sono sempre configurati in modo logico e sono caratterizzati da un layout più comprensibile e un'incredibile affidabilità.


Disponibilità all'ordine del giorno

I fornitori fanno affidamento su macchine utensili comprovate con controlli CNC FANUC

Grazie alla qualità e all'affidabilità garantite, Alfred Reimer GmbH a Gronau ha conquistato un'ottima reputazione come produttore di componenti di precisione elevata. Per assicurarsi che i clienti possano contare su consegne just-in-time e flessibilità elevata, gli amministratori delegati prestano molta attenzione a un'attrezzatura con la massima disponibilità: Le macchine Mori Seiki e Doosan controllate da FANUC sono il fiore all'occhiello della linea di macchinari dell'azienda.

Quando Alfred Reimer ha fondato l'omonima società "GmbH", o società a responsabilità limitata, nel 1984, si trattava solo di una piccola attività di tornitura nel proprio garage doppio nella città di Gronau-Epe. L'azienda ha registrato una rapida crescita. Sono stati assunti dipendenti e sono state acquistate macchine di tornitura a CNC all'avanguardia da Mori-Seiki. "Nel 1986 abbiamo assunto un ruolo pioneristico nel campo della tornitura a 4 assi in Germania", ricorda il figlio del proprietario, Rainer Reimer, che guida l'azienda insieme alla sorella Monika Zellmann. La società emergente ha dovuto cercare sedi più grandi o espandere lo spazio di produzione quasi ogni due anni.

Infine, nel 1992, la società ha costruito il proprio stabilimento, tuttora esistente, con uno spazio di produzione di 1.000 m², che comprende l'area uffici, e in cui si trasferì con circa 20 dipendenti. A guidare la crescita della società è stata l'industria automobilistica, per la quale Alfred Reimer ha prodotto parti tornite di medie dimensioni dal 1987. Tuttavia, quasi contemporaneamente al trasferimento nel nuovo stabilimento, questa base clienti si è prosciugata, preferendo rivolgere lo sguardo verso l'est, come ricorda Rainer Reimer. Era necessario un riorientamento del mercato. La produzione di componenti di serie è stata gradualmente eliminata. Da quel momento, Alfred Reimer GmbH ha puntato sui piccoli quantitativi unitari a precisione elevata.

Un altro anno decisivo è stato il 2004 quando il fondatore dell'azienda ha ceduto il timone della società ai figli. Rainer Reimer, tecnico di lavorazione meccanica qualificato con formazione commerciale supplementare, e Monika Zellmann, banchiere di professione, erano praticamente cresciuti nell'azienda del padre. Già durante l'infanzia avevano scritto i loro primi programmi CNC. Quello che era iniziato come un gioco si è trasformato in una professione per Monika Zellmann. Oggi, crea i programmi per l'intero parco macchine CNC.

Elevato grado di disponibilità e qualità a lungo termine

Nel frattempo, i nuovi amministratori delegati hanno lasciato la propria impronta sulla società: La gamma attuale di prodotti, realizzati su un'area di produzione e magazzino di 3.000 m², comprende parti standard da 10 a 400 mm di diametro, coprendo una miriade di settori, ad eccezione dell'industria automobilistica. Sono state stabilite delle regole per contribuire a evitare qualsiasi dipendenza Ad esempio, nessun cliente ha una quota di vendite superiore al 30% e nessun settore superiore al 50%.

Ma non tutto è una novità. La società ha tenuto fede al proprio principio di attribuire il massimo valore alla qualità e di essere sempre un partner affidabile. Già agli inizi degli anni '90, Alfred Reimer GmbH ha creato il proprio reparto di controllo qualità accanto alla linea di produzione, che sin dal principio è stata dotata di macchine e strumenti di misurazione all'avanguardia. Pertanto, la società è stata una dei primi "piccoli" produttori a contratto con sala metrologica completamente attrezzata e una macchina di misurazione coordinate 3D a controllo CNC. Rainer Reimer spiega: "La qualità è un elemento fondamentale della nostra filosofia aziendale. Si inizia con il personale per continuare con l'attrezzatura. La maggior parte dei dipendenti lavora qui da oltre 10 anni e molti di loro hanno anche completato la propria formazione professionale nelle nostra azienda. È grazie alla loro esperienza che possiamo ottenere la massima precisione, ad esempio, su parti tornite complesse con pareti di spessore particolarmente sottile". Dopotutto, la qualità più importante è la qualità garantita.

Nella linea di macchine, la direzione aziendale punta sulla qualità a lungo termine. Soprattutto, le macchine Mori Seiki sono elementi fondamentali nell'impianto di produzione. Nelle operazioni di fresatura, Reimer fa affidamento su un'unità SH-500 e una MV-Junior, mentre per la tornitura dispone di un totale di 10 macchine Mori Seiki modelli SL-25 e -35, nonché di modelli serie ZL- e NL. Per quanto riguarda la scelta del marchio, l'azienda rompe leggermente le fila con i centri di tornitura Doosan Puma 400, oltre a un Saeilo Contur e un Hedelius CB-60. In relazione al fornitore dei controlli, tuttavia, vi è continuità da molto tempo: A parte alcune eccezioni, sono tutti di FANUC.

Componenti FANUC come sinonimo di coerenza operativa

Rainer Reimer e Monika Zellmann concordano: "Siamo sempre stati molto soddisfatti di FANUC. Soprattutto per quanto riguarda la coerenza operativa. Un controllo FANUC non si guasta, e se proprio dovesse guastarsi, è possibile contare sull'assistenza della società che lo farà tornerà in funzione entro 24 ore. Questo è valore elevato". Nessuno dei due ricorda di aver mai visto un controllo completamente guasto. "Un circuito stampato una volta", interviene Rainer Reimer, "sì, ma è normale che ciò accada per un componente del genere". A ciò va aggiunta la flessibilità in relazione all'operatore della macchina. Quasi tutti i dipendenti sono in grado di gestire ciascuna macchina e il relativo controllo.

Per i due amministratori delegati, la disponibilità è la funzione più importante a cui deve essere vincolato un controllo. "Solo a questo punto entrano in gioco le caratteristiche aggiuntive", spiega Monika Zellmann "i cicli, la facilità d'utilizzo, la configurazione, in una parola: la funzionalità del controllo stesso. Tutto ha un ruolo. A mio parere, un controllo FANUC è sempre configurato in modo logico, presenta il layout più comprensibile, ed è per questo che, secondo me, non vi sono molte alternative".

Sempre in funzione

Rainer Reimer aggiunge: "Non è solo il CNC che parla per FANUC. Ciò che rende FANUC così forte a mio avviso è l'affidabilità e la disponibilità dei componenti di azionamento, ovvero servomotori e amplificatori. In tutti questi anni, si è verificato un unico guasto".

Come esempio di affidabilità costante, Rainer Reimer indica una macchina ZL-3 a 4 assi di Mori Seiki, in servizio da oltre 25 anni. "Penso che sia stata una delle prime macchine Mori-Seiki a 4 assi in Germania. Il suo controllo FANUC funziona ancora, naturalmente un po' più lentamente di quelli nuovi, ma continua a funzionare. Non abbiamo mai avuto problemi neanche con gli azionamenti. E se chiedete ai colleghi, è qualcosa che apprezzano molto", spiega il titolare dell'azienda, strizzando l'occhio.

Il significato di disponibilità per entrambi gli amministratori delegati si riflette in molti settori della società. Ad esempio, un magazzino materiali ben fornito, insieme alla segheria dell'azienda, crea le basi per far sì che, in caso di emergenza, le parti richieste siano consegnate ai clienti entro 2 o 3 giorni. Monika Zellmann e Rainer Reimer vogliono tenere sotto controllo anche la parte finale della catena di processo. Con un camion e una flotta di autovetture a disposizione, l'azienda è sempre in grado di fornire immediatamente le parti urgenti e di gestire l'approvvigionamento dei materiali e la spedizione dei prodotti finiti autonomamente, senza dipendere da spedizionieri.

Trasformare le idee in successo - Parti a precisione elevata di Reimer

Monika Zellmann e Rainer Reimer hanno fatto proprio questo concetto di base quando hanno preso in mano le redini dell'Alfred Reimer GmbH dal padre, che ha fondato l'omonima società nel 2004. I prodotti principali sono componenti di precisione per l'industria high-tech, in particolare, accessori per turbine eoliche, parti in acciaio inox per l'industria alimentare, così come vari alberi per pompe e motori elettrici. La produzione delle parti viene eseguita su moderni torni e fresatrici a CNC. Inoltre, le machine universali di tornitura-fresatura e foratura, insieme alla segheria, completano la linea di macchinari. Come parte della lavorazione meccanica completa, la società Alfred Reimer GmbH offre anche procedure di follow-up, come saldatura, piegatura, indurimento, rettifica, taglio ingranaggi, scanalatura, nonché tutti i trattamenti superficiali. Con 28 dipendenti, l'azienda Alfred Reimer GmbH ha cercato di realizzare un fatturato di 3 milioni di euro nel 2012.