Askew & Barrett, azienda inglese operante nel settore della lavorazione dei legumi, installa un robot per la pallettizzazione FANUC e aumenta la produttività del 15-20%

Obiettivo: migliorare la produttività delle operazioni manuali di pallettizzazione di sacchi in carta e polipropilene relativamente pesanti eseguite 24 ore su 24 e sei giorni alla settimana durante i periodi di punta. La soluzione doveva essere completamente automatizzata per eliminare i rischi legati alla salute e alla sicurezza derivanti dalla pallettizzazioni manuale.

Soluzione: progettare una linea di packaging e pallettizzazione completamente automatizzata con il ROBOT FANUC M410iC/185 per la pallettizzazione come elemento fondamentale. L'elevata velocità di ciclo e il carico di 185 kg del robot lo rendono la soluzione perfetta per i requisiti di Askew & Barrett.

Risultato: il robot M410iC/185 ha aumentato la velocità di pallettizzazione a 10 sacchi al minuto, permettendo alla società di ridurre la settimana lavorativa da sei a cinque giorni senza licenziare alcun dipendente, poiché il personale è stato destinato ad attività diverse da quelle fisiche. I sacchi vengono impilati in modo più uniforme sui pallet, consentendo uno stoccaggio molto più sicuro in magazzino e un caricamento più semplice nei container.


PRIMO ROBOT FANUC M410iC/185 SUL CAMPO IN ASKEW & BARRETT

Nel Regno Unito, il primo robot universale per la pallettizzazione FANUC M410iC/185 è stato installato presso Askew & Barrett, azienda operante nel settore della lavorazione dei legumi, a cui ha consentito di aumentare la produttività del 15-20% e di eliminare un potenziale fattore di rischio per la salute e la sicurezza grazie all'automazione delle operazioni manuali di pallettizzazione.

Importanti commercianti nel settore agricolo forniscono i legumi ad Askew & Barrett, che successivamente li ordina, li sottopone a processi di pulizia e li classifica nei propri impianti di lavorazione a Wisbech, Cambridgeshire. I legumi vengono inseriti in sacchi di carta da 12,5 kg e 25 kg e in sacchi in polipropilene intrecciato da 25 kg prima di essere sottoposti a pallettizzazione e quindi trasportati ai produttori del settore alimentare e ai rivenditori nazionali ed esteri.

Prima di investire nel nuovo robot per la pallettizzazione FANUC, per impilare i sacchi sui pallet Askew & Barrett si serviva di manodopera. Per soddisfare la richiesta dei clienti, nei periodi di maggior picco Askew & Barrett doveva tuttavia far funzionare la linea di produzione 24 ore su 24 per sei giorni alla settimana. Sebbene il giorno lavorativo fosse diviso in due o tre turni di dodici oppure otto ore rispettivamente, dal punto di vista fisico lo sforzo era comunque notevole e l'azienda non desiderava esporre continuamente il proprio personale a un tale livello di attività manuali.

Askew & Barrett ha ingaggiato Pacepacker Services, una società di integrazione dei servizi di pallettizzazione di FANUC, per progettare una linea di packaging e pallettizzazione che avrebbe ridotto la manipolazione manuale e aumentato la produttività. Per quanto riguarda la pallettizzazione, Pacepacker ha indicato il nuovo robot M410iC/185 di FANUC, il primo di una nuova generazione di robot in questo campo progettati in Giappone che unisce la comprovata affidabilità del 99,99% di FANUC con tangibili miglioramenti nelle prestazioni, consentendo agli utenti di un'ampia gamma di settori di eseguire la pallettizzazione di carichi più pesanti e di impilare pallet ad altezze più elevate in modo più rapido.

FANUC ha consigliato questo modello per l'elevata velocità di ciclo: il robot è infatti in grado di supportare 1700 cicli al minuto e 185 kg di carico. Questa combinazione determina un rafforzamento della produttività e una pallettizzazione di carichi pesanti più efficiente. 

 

"Nella progettazione del robot M410iC/185, gli ingegneri di FANUC hanno sfruttato i miglioramenti più recenti nella tecnologia dei servomotori e degli azionamenti per realizzare un braccio robotico che fosse il migliore della categoria in ogni aspetto, dalla velocità al carico, dall'efficienza energetica all'estensione. Siamo assolutamente certi che questo robot continuerà a superare le aspettative di Askew & Barrett in termini di prestazioni e si dimostrerà completamente affidabile negli anni futuri", ha affermato Paul Wilkinson, responsabile dello sviluppo aziendale in Pacepacker Services. .

Il robot è stato installato in una cella a configurazione duale per ottenere le massime prestazioni ed è in questo ambito che entrano in gioco l'ingombro a terra di soli 610 x 806 mm e le possibilità di estensione del braccio del robot M410iC/185. In una cella a configurazione duale, il robot è posto in modo tale da ruotare tra due posizioni di caricamento di pallet accessibili singolarmente. In questo modo, non appena il robot ha terminato la pallettizzazione di una pila, inizia l'operazione sull'altro pallet nella cella.

“Questa configurazione è straordinariamente efficiente in termini di tempo perché il robot è sempre operativo e può iniziare a caricare un nuovo pallet mentre quello completato viene trasportato all'area di consegna. Il robot M410iC/185 è ideale per le installazioni a celle duali in virtù del minimo ingombro a terra e dall'estensione del braccio di 2,4 m , maggiore di qualsiasi altro robot della stessa categoria, caratteristiche che gli consentono di servire due celle agevolmente", spiega Darren Whittall, responsabile tecnico presso FANUC UK.

Il robot M410iC/185, installato a febbraio dell'anno in corso, ha aumentato la velocità di pallettizzazione a 10 sacchi al minuto, permettendo alla società di ridurre la settimana lavorativa da sei a cinque giorni senza licenziare alcun dipendente, poiché il personale è stato destinato ad attività diverse da quelle fisiche. Chris dichiara inoltre che i sacchi vengono impilati in modo più uniforme sui pallet, consentendo "uno stoccaggio molto più sicuro nel nostro magazzino e un caricamento più semplice nei container".



Prodotti FANUC utilizzati